.. incrociando sguardi estranei che allora volta incrociano sguardi estranei. Mi domando sulla loro vita. Mi domando sulla mia vita. Mi chiedo chi sono e dove vado.  Mii chiedo chi sono e dove vanno questi sguardi estranei. MI chiedo cosa cerco. Mi chiedo cosa cercano. Mi dico che sono un essere umano in continua trasformazione. Mi dico che anche questi sguardi, apparentemente così estranei, sono esseri umani in continua trasformazione. Mi dico che cerco una direzione che dia senso alla mia vita, mi dico che anche gli altri cercano una direzione che dia senso alla loro vita .
Allora, comprendo che nell’essenziale non c’è nulla che mi è estraneo di questi sguardi che, invece, lo diventano quando il mio sguardo si fa estraneo e superficiale.